I GIORNALI DEL FUTURO, IL FUTURO DEI GIORNALI. CHI VINCERÀ LA SFIDA DELL’INFORMAZIONE TRA CARTA E WEB

Molti media, forse troppi, per lo più tutti in movimento e anche certamente fatti nel dilemma: mentre non passa un giorno senza i grandi nomi delle informazioni italiane che si lamentano di bicicletta elettrica dimenticanza o assenza di professionalità, supervisori di alto livello e i supervisori cercano disperatamente modelli di società sostenibile. O forse aspettano solo il completamento.
Pier Luca Santoro, supervisore del progetto DataMediaHub e specialista in pubblicità e informazioni commerciali, torna a esplorare la salute e il benessere del giornalismo. „Le carte del futuro, il futuro dei giornali” è una valutazione spietata e diversificata del mondo della comunicazione. Santoro fotografa la situazione attuale, e anche subito dopo si ritrova in un territorio straordinario oltre che aggressivo, tra gli uffici editoriali che al momento si sono arresi a informare così come esperimenti nuovi e audaci.
Ricco di discussioni con la somiglianza David Magliano (The Guardian), Andrea Santagata (Banzai), Simona Panseri (Google Italia), Alceo Rapagna (RCS Mediagroup), Federico Badaloni vedi longboard elettrico (Gruppo Editoriale L’Espresso) e anche Dico Van Lanshot (Blendle) , questo ebook non fornisce il piatto conclusivo che nessuno capisce attualmente, ma fornisce idee su quelli che possono essere i media di domani. A causa del fatto che se la tecnologia ha effettivamente raso al suolo i dettagli tipici, dopo di che i media devono essere ripensati. Tuttavia, la necessità di un giornalismo specializzato non uscirà mai.

Dodaj komentarz

Twój adres email nie zostanie opublikowany. Pola, których wypełnienie jest wymagane, są oznaczone symbolem *