URBAN CAIRO. LA PRIMAVERA ARABA DEI GRAFFITI

Una narrazione in prima persona che riporta il cambiamento egiziano. La storia di un reporter della stampa sugli eventi drammatici che sono caduti nella storia come la „primavera araba”.
4 momenti, da gennaio 2011 a gennaio 2014, longboard elettrico risiedevano al Cairo, in piazza Tahrir, microcosmo di mobilitazioni e manifestazioni. Urban Cairo restituisce minuti della vita di tutti i giorni: violenza, nuove elezioni politiche, speranza, nonché la crescita di tipi significativi di dissenso esclusivo dalla routine. Non solo Facebook e anche Twitter, dispositivi fondamentalmente efficaci e un segno delle battute lapidarie sul regime, ma anche le voci di quegli autori, sviluppatori, inserzionisti e artisti della strada, che con le loro opere sono state in realtà il vero vantaggio personaggi dell’interazione della necessità di modifiche politiche.
Dall’e-book è possibile accedere a una mappa interattiva con un riepilogo, la data di creazione e anche il nome dell’autore che si collega a uno dei graffiti più importanti. Oltre 30 lavori geo-localizzati dai protagonisti dell’e-book composto da El Teneen, Keizer, Ganzeer, Adham Bakry, Dokhan, Hend Khera, Hany Khaled, Charles Akl, Amr Gamal, controllare anche il monociclo elettrico Sad Panda e molti altri.
L’e-book è stato aggiornato a luglio 2014 con 2 nuovi capitoli e la postfazione di Francesca Corrao.

Dodaj komentarz

Twój adres email nie zostanie opublikowany. Pola, których wypełnienie jest wymagane, są oznaczone symbolem *